Cesare Assolari

Sono nato a Presezzo, in provincia di Bergamo, nel novembre 1950. Dopo le scuole dell’obbligo ho frequentato l’Istituto Alberghiero di Stato a San Pellegrino Terme (BG) dove mi sono diplomato nel maggio del 1968. Inizio così la mia esperienza di studio e lavoro all’estero, prima a Parigi, dove rimango per ben due anni, poi, nell’aprile del 1970, la stessa società alberghiera mi invia a Londra per proseguire la mia esperienza culturale nel settore dell’Horeca.

Nel 1972 ritorno in Italia per espletare il servizio militare al termine del quale inizio una nuova carriera nel settore dell’abbigliamento casual, fino ad arrivare a coprire l’incarico di Export Manager di una nota casa di moda italiana.

A quarant’anni lascio la moda per tornare nel settore alberghiero. Decido di aprire un Pub a Bergamo Alta, la parte più bella e antica della città. Lo chiamerò Papageno, dal nome di uno dei protagonisti dell’opera musicale “Il Flauto Magico” di Mozart.

Nel 1999 lascio l’esperienza diretta di commerciante per fondare il primo Club Italiano di Birre Belghe in Italia con sede nel Castello di Rossino, sul lago di Lecco. Nel contempo, da Bruxelles, la C.B.B. (Confèderation Brasseurs Belges) mi offre la possibilità di aprire, a Ponte San Pietro, dove vivo, un ufficio denominato Belgian Beer Information Center con il compito di sviluppare la conoscenza della cultura brassicola belga in Italia. Per questa attività nel 2000 la Confrèrie du Fouquet des Brasseurs Belges, mi conferisce il titolo di Cavaliere dei Mastri Birrai Belgi e, l’anno seguente, il titolo di Ambasciatore delle Birre Belghe in Italia.

Da quel momento è un susseguirsi di viaggi, ricerche, convegni, incontri di studio e di confronto con il mondo brassicolo belga: nelle mitiche Abbazie-Birrerie dei monaci Trappisti del Belgio sono fortunatamente benvoluto e di frequente vi soggiorno per alcuni giorni per capire e degustare i loro prodotti. Da alcuni anni sono consulente culturale dell’Abbazia-Birreria Trappista di Orval in Italia e mi occupo di selezionare i locali italiani che diventano “Ambasciatori di Orval”.

Nel 2008 ho curato per il Touring Club Italiano la pubblicazione del volume “Birra e birrerie”, una guida ai migliori locali italiani in ambito birrario con un’introduzione dedicata alla storia e alle caratteristiche di questa preziosa bevanda.

Oggi, ritiratomi dalla vita attiva, in pensione, opero definitivamente nella mia città natale, Bergamo, dove ho realizzato un sogno tenuto in serbo da anni: la creazione, con alcuni amici, del “Cenacolo Belgian Beer Gourmet Italia”, un gruppo di amanti della gastronomia italiana abbinata alla birra tradizionale belga, una attività che, dagli specialisti del settore, viene chiamata “zytho-gastronomia”.

Nel Aprile del 2014, ho ricevuto l’incarico dalla Confraternita dei SOSSONS D’ORVAULX di Florenville (B), Cavalieri dell’Abbazia-Birreria Trappista N.D. d’ORVAL, di creare una loro Ambasciata in Italia, che nel settembre scorso abbiamo inaugurato con sede operativa a Torre dè Roveri.

Dedico molto del mio tempo libero per lo sviluppo in Italia della zytho-gastronomia in abbinamento alla birra belga perché il Belgio è un paese conosciuto e apprezzato in tutto il mondo come il “Paradiso della birra” e qui l’arte di produrre e degustare una buona birra è considerata sacra.

partner_loghi