Belgian Beer Ambassador & Zytholoog – Emerito
Chevalier du Fourquet des Brasseurs Belges
Membro dell’Ordine Cavalieri del Tartufo e Vini d’Alba
Gran Maestro – Ambasciatore  AISDO
Cittadino Onorario della Città di Canossa

Nato a Presezzo (Bg) nel novembre 1950, diplomato, prosegue i suoi studi in lingue estere a Parigi e a Londra. Nel 1974,rientra in Italia per espletare il servizio militare, al termine del quale inizio una nuova esperienza nel settore della moda fino a ricoprire l’incarico di Export Manager.

Felicemente sposato, ha una figlia. A quarant’anni, Assolari lascia la carriera intrapresa per ritornare nel settore Ho.re.ca. aprendo un Pub in Citta Alta di Bergamo, chiamato PAPAGENO PUB,  dal nome di uno dei protagonisti dell’opera mozartiana “Il flauto magico”.  Nel 2000 interrompe anche l’esperienza “brassicola” bergamasca per fondare il primo Club Italiano Estimatori Birre Belghe in Italia, ubicato nel Castello di Rossino sul lago di Lecco.

Nel 2000, a Bruxelles, la C.B.B. (Confederation Brasseurs Belges) gli offre la possibilità di collaborare con le loro realtà produttive per lo sviluppo della cultura brassicola belga in Italia. Nello stesso anno viene nominato “Cavaliere della Forchetta” da parte dei Mastri Birrai Belgi: la famosa Chevalerie du Fourquet des Brasseurs, situata sulla Grand’ Place di Bruxelles.

In questo nuovo ruolo intraprende viaggi, approfondisce ricerche, allestisce  convegni e promuove incontri con il mondo “brassicolo” belga, spaziando dalle birrerie produttrici di birre a fermentazione spontanea, le cosidette “Acide-Lambic-Gueuze”, alle birrerie monastiche “Trappiste” e “D’abbazia” di vari ordini, alle birre belghe  “Tradizionali Ale” rifermentate in bottiglia.

Nel 2010, ritiratosi dalla vita lavorativa, ha realizzato il suo sogno di creare un gruppo di amici alla ricerca della gastronomia italiana alla birra belga. Nasce così il Belgian Beer Gourmet-Italia, composto da persone che assaggiano piatti preparati da esperti Chef e abbinati o aromatizzati alla birra.

Nel 2014, Cesare Assolari riceve l’incarico di fondare l’Ambasciata Italiana dei Cavalieri Sossons d’Orvaulx-AISDO a Bergamo, in Italia, direttamente dalla Confrerie Sossons d’Orvaulx (Cavalieri d’Orval), in collaborazione col  Monastero-Birrifico Trappista di Orval.

In qualità di Gran Maestro- Ambasciatore AISDO in questi anni ha intronizzato ben 127 Cavalieri Orval-AISDO Italiani, allestito incontri, organizzato viaggi e impartito lezioni inerenti alla birra belga, con particolare attenzione alla storia dell’Abbazia-Birrificio N.D. D’Orval. In quest’opera di sensibilizzazione sulle capacità nutrizionali della birra e di conoscenza storica dell’Abbazia di Orval ha scritto, con l’aiuto del prof. Oliviero Arzuffi, un libro dal titolo: “Orval. Da Canossa alla birra trappista”, che viene distribuito direttamente dall’Ambasciata AISDO.